EN
< >

Lago Maggiore - Hotel Dino

Ivana e Filippo

Ivana e Filippo
Ivana e Filippo

In queste foto di matrimonio è racchiusa tutta la magia del Lago Maggiore. Con i suoi colori tenui e la brezza estiva, ha fatto da cornice al grande giorno di Ivana e Filippo, due persone splendide che hanno vissuto con forte emozione ogni momento della giornata.

Non ci eravamo mai visti prima del matrimonio ma mi sono subito sentita a mio agio. Ivana si è preparata in una stanza del Grand Hotel Dino sulle rive del Lago Maggiore, esattamente in località Baveno (VB). Tra una risata e l’altra è arrivata ci sono stati momenti di commozione in cui le mani tremanano ma è presto arrivata l’ora della ceriminia che si è svolta dall’altra parte del lago, in un’antica chiesetta di pietre che sembrava fuori dal tempo, La Chiesa di San Remigio a Pallanza. Le foto di coppia sono state realizzate in vari luoghi, nei dintorni della chiesa, lungo le rive del Lago Maggiore e nella barca che ci ha riportati al Grand Hotel Dino dove si è svolta la meravigliosa cena e la festa serale conclusa con il taglio della torta in giardino e il lancio delle lantere.

Un matrimonio che porterò nel cuore per la bontà degli sposi e dei magici luoghi che mi hanno accolta.

Ti è piaciuto questo servizio fotografico?


Commento degli sposi

Nadia…..veramente non trovo delle parole degne che possano descrivere l’emozione INFINITA nel vedere e rivivere quei momenti! Sei in grado di cogliere le espressioni giuste che esprimono esattamente ciò che uno prova nel profondo in quel preciso momento. La profondità e l’autenticità che erano racchiuse in ognuna delle tue foto mi ha portato indietro nel tempo…..anche sbirciando quei momenti in cui non c’ero! Ecco…con le tue foto fai viaggiare indietro nel tempo ed è un dono fantastico!! Grazie infinite.

Ivana

Fornitori

  • Fotografa: Nadia Di Falco
  • Seconda fotografa: Shana Carrara
  • Abito sposa: le spose di Giò
  • Scarpe sposa: le spose di Giò
  • Location: Grand Hotel Dino
  • Musica: gl.em acoustic duo
  • Fiorista: Giuseppina Comoli

Commenti